Contatori d'acqua, contatori di calore e sistemi radio di lettura remota

Laboratorio di taratura G2 accreditato ISO/IEC 17025

G2 misuratori: laboratorio di taratura contatori d'acqua conforme UNI CEI EN ISO/IEC 17025.

Con grande soddisfazione G2 misuratori S.r.l. ha ottenuto a Marzo 2019 l’ambita certificazione UNI CEI EN ISO/IEC 17025 del proprio Laboratorio Metrologico.
A seguito di un severo esame condotto dagli ispettori ACCREDIA, il Laboratorio ha soddisfatto tutti i requisiti prescritti dalla norma, tra i quali:
-il banco di taratura, per contatori con calibro DN15 - DN50, di tipo elettronico, con pistone tuffante con diametro nominale di 520mm gestito da un software di gestione e controllo, che permette di governare il banco, i suoi strumenti e le tarature.
-il sistema di condizionamento ambientale atto a garantire le condizioni ottimali come prescritto dalla normativa di riferimento.
-gli strumenti per il monitoraggio delle condizioni ambientali (temperatura, aria, ecc), ad esempio il termometro certificato a bordo banco di prova (sempre attivo, ma con registrazioni effettuate solo durante le tarature). Tutti gli strumenti utilizzati all’interno del Laboratorio (termometro ambientale, termometri entrata/uscita rampa e manometri entrata/uscita rampa ecc..) sono stati opportunamente tarati presso laboratori LAT di pertinenza di grandezza con riferibilità a campioni primari ACCREDIA.
- il Server Linux Banchi che memorizza le relative registrazioni consultabili a video.
Il funzionamento del banco di taratura è basato sul principio di “comparazione per volume”, dove un pistone “tuffante” calibrato, opportunamente dimensionato e tarato, azionato da un servomotore, fa fluire l’acqua all’interno del circuito sul quale sono montati in serie i contatori da tarare.
Tramite il movimento del pistone, viene inserita nella rampa la quantità di acqua necessaria a tarare i contatori in base al numero di impulsi definiti dai “piani di controllo” compilati per il test degli strumenti. Successivamente la macchina è in grado di calcolare il volume di riferimento transitato all’interno di ogni singolo contatore e di eseguire il calcolo dell’errore percentuale di ogni contatore in base agli impulsi ricevuti dalle fotocellule situate su ognuno di essi. Durante la taratura il monitoraggio dei parametri (spostamento, volume, velocità, temperatura acqua e pressione acqua ecc..) viene fatto per tutta la durata del test, tramite un encoder angolare ad altissima risoluzione che rileva i giri di rotazione del motore.
Il Laboratorio, i cui certificati di taratura sono provvisti di numero LAT identificativo e quindi con valenza legale, è disponibile sia per verifiche e calibrazioni su contatori oggetto di contestazioni, sia per pratiche di omologazione, ad esempio secondo la normativa MID 2014/32CE, ISO 4064.

Scarica il certificato di accreditamento